venerdì 18 aprile 2014

LA VERA PASTIERA NAPOLETANA

Tra tutte le festività la Pasqua è la mia preferita,per svariati motivi:il cioccolato,la copertura di farina di mandorle delle colombe,il salame...la pastiera! La trovo una festa molto stimolante dal punto di vista culinario. Offre degli spunti che altre feste non riescono a darmi!
Cominciamo adesso la mia proposta per i dolci di Pasqua. Non poteva mancare la regina di questa festa,più regina della colomba:la pastiera. Perchè non è Pasqua a casa mia se non c'è una pastiera sul tavolo. Ma la pastiera deve essere la vera pastiera napoletana. Quella che per prepararla servono due giorni e tanta tanta fatica. Quella che viene cotta bene solo in una teglia profonda...molto profonda...e con i bordi che escono dai lati,perchè si devono bruciare. Insomma la Pastiera...quella vera!



LA VERA PASTIERA NAPOLETANA:(ricetta)
Per la base
500g farina
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di strutto
4 uova (2 tuorli e 2 uova intere)
Un bicchiere di latte
Qualche goccia di aroma di 1000 fiori per pastiera

Per il ripieno
800g circa di grano pre-cotto
10 uova
700g di ricotta
800g di zucchero
1 cucchiaio di strutto
Qualche goccia di aroma di 1000 fiori per pastiera
1/2 L latte
70g di cedro
La buccia di un arancia grattugiata

Mettete in infusione la ricotta con 400g di zucchero e qualche goccia di "1000 fiori" per una notte in frigo.
Ponete su una tavola di legno la farina a fontana ed al centro ponete i 2 tuorli e le 2 uova intere, lo strutto e lo zucchero con qualche goccia di aroma. Impastate con la forchetta e prima di cominciare ad impastare con le mani aggiungete il latte. Lavorate la pasta fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciatelo riposare sotto un panno per un paio d'ore.
Riscaldate il grano in un pentolino con il latte e lo strutto per circa 10 minuti da quando raggiunge l'ebollizione. Non dovete girare sempre il grano,ma dovete fare attenzione che non si attacchi sul fondo. Passate il grano in un passino lasciandone da parte qualche cucchiaio non passato. Riunite il grano passato al grano in chicci e lasciatelo raffreddare.
Nel frattempo montate i tuorli,lo zucchero avanzato e poche gocce di "1000 fiori". Infine montante gli albumi a neve ben ferma e poi uniteli ai tuorli facendo un movimento dal basso verso l'alto,in modo da non smontare gli albumi. Unite io grano e la ricotta mescolando e poi passate tutto al mixer. Finito di frullare in una terrina aggiungete gli albumi e i tuorli insieme,il cedro,un'arancia grattugiata e poi mescolate per amalgamare bene i componenti.
Ungete una teglia profonda con il burro. Stendete la pasta,lasciandone un pò da parte per le strisce. La pasta deve essere molto sottile,giusto qualche millimetro. Usatela per ricoprire il fondo della teglia adagiandovela sopra come un lenzuolo ed aggiustare i bordi,in modo che aderisca bene alle pareti della teglia. Lasciate che il bordo della pasta esca fuori dal bordo della teglia,tagliate solo quando l'eccesso è veramente troppo,così eviterete che si carbonizzi. Riempite la teglia con il ripieno e poi ricavate delle strisce dalla pasta avanzata. Anche le strisce non importa se usciranno un pò fuori dai bordi,lasciatele pure.
Informate a 180gradi per un paio di ore. Per capire se la pastiera è pronta i bordi devono essere abbastanza coloriti ed il ripieno deve essere compatto. Lasciate raffreddare. E servite dopo un paio di giorni,in questo modo la vostra pastiera risulterà più saporita. BUON APPETITO!!!!

1 commento:


  1. Estive a ver e ler algumas coisas, não li muito, porque espero voltar mais algumas vezes, mas deu para ver a sua dedicação e sempre a prendemos ao ler blogs como o seu.
    Com receitas deliciosas que algumas espero experimentar.
    Se me der a honra de visitar e ler algumas coisas no Peregrino e servo ficarei radiante, e se desejar deixe o seu parecer.
    Abraço fraterno.
    António.
    http://peregrinoeservoantoniobatalha.blogspot.pt/

    RispondiElimina